Revistes Catalanes amb Accés Obert (RACO)

Nomi, soprannomi, professioni sulle lucerne di Leptis Magna: Lucernarius e Lucernius

Silvia Forti

Resum


In questo contributo si intende prendere in esame un insieme piuttosto omogeneo di iscrizioni per lo più stilo scriptae e talora litteris eminentibus con funzione di marchi di fabbrica, in cui sono menzionate le forme Lucernarius e Lucernius. Esse compaiono su alcune lucerne di probabile produzione tripolitana, trovate negli scavi di Leptis Magna. La forma Lucernarius è attestata come agnomen al nominativo, probabilmente derivato dalla professione del personaggio a cui è riferito, ma anche al caso genitivo o vocativo singolare, in associazione con il nome Seberion. Quanto a Lucernius — documentato sempre nella forma Lucerni preceduta da vari nomi propri (Annianus/Anneianus, Sanion, Diorus) declinati
al vocativo — esso è interpretabile come il cognomen in caso genitivo appartenente al proprietario o al conduttore di una officina di lucerne alle cui dipendenze lavorarono diversi operai. Non si esclude, pur mancando riscontri nelle fonti, che possa trattarsi di un signum al vocativo singolare, forse identificativo di un collegio di fabbricanti di lucerne. In ogni caso sia in Lucernarius che in Lucernius appare chiaro l’intento di giocare con il riferimento alla professione nella formazione del soprannome e con la somiglianza tra il nome dell’oggetto su cui si iscrive e la forma Lucernius, sia essa un cognomen o un signum.

Paraules clau


Lucerne; marchi; Lucernarius; Lucernius; agnomen; signum; Leptis Magna; Tripolitania; Lamps; trademarks; Lucernarius; Lucernius, agnomen; signum; Leptis Magna; Tripolitania

Text complet: PDF