Revistes Catalanes amb Accés Obert (RACO)

Etica, estetica e politica del cibo in Petrarca

Enrico Fenzi

Resum


Il saggio considera l’insieme degli atteggiamenti di Petrarca nei confronti del cibo, testimoniati da una lunga serie di passi sparsi nella sua opera, e in particolare in alcune importanti lettere «Senili». Da questo esame risultano varie funzioni assegnate al discorso sull’alimentazione: quella oppositiva, che distingue tra gozzoviglia e moderazione, tra cibi artefatti e cibi naturali, tra sporcizia e pulizia, e infine, sul piano sociale e politico, tra lusso e corruzione da una parte, e modestia e virtù dall’altro; quella positiva, che associa la buona e semplice alimentazione naturale alla salute e alla vita tranquilla e solitaria; quella estetica, non meno importante delle altre, che fa del modo di nutrirsi un «test» particolarmente importante sulla civiltà e la buona educazione. Cibarsi, insomma, è per Petrarca un fatto assolutamente culturale, e con ciò egli chiaramente supera i dilemmi della morale cristiana, e pone per primo le basi per una riflessione moderna sull’argomento.

Text complet: PDF (Italiano)