Revistes Catalanes amb Accés Obert (RACO)

Il Fantastico nella drammaturgia italiana del primo novecento

Nicola Pasqualicchio

Resumen


L’articolo propone un panorama sintetico della presenza del fantastico nella drammaturgia
italiana del primo Novecento, in particolare negli anni Dieci e Venti, con
il proposito di dimostrare che non è solo attraverso la narrativa, ma anche appunto
attraverso la scrittura per il teatro che l’Italia si ricava nel xx secolo quel posto originale
nell’ambito del fantastico che non aveva invece raggiunto nel secolo precedente.
L’analisi prende le mosse da un’opera di Enrico Annibale Butti che unisce influssi
gotici e di Poe con una sensibilità simbolista e una propensione per l’occultismo,
per passare poi in rassegna il contributo offerto al fantastico dal teatro sintetico futurista.
In seguito lo studio si sofferma sul cosiddetto «teatro del grottesco», prendendo
in particolare considerazione l’opera di Luigi Antonelli, per concludersi con
l’esame dell’applicazione al teatro del «realismo magico» teorizzato da Massimo
Bontempelli.

Texto completo: PDF (Italiano)

GEF (Grupo de Estudios sobre lo Fantástico)

ISSN: 2014-7910

URL: http://revistes.uab.cat/brumal/index

Prefijo DOI: 10.5565